Come gestire una pagina Facebook aziendale: 5 dritte per te

Gestire una pagina Facebook per lavoro non è un gioco. Ecco i miei suggerimenti per farlo al meglio

Gestire una pagina Facebook senza conoscere gli aspetti fondamentali di questo social network è come pilotare un Boeing 747 dopo un volo simulato di due ore (in sala giochi). Se affidare la gestione di una pagina aziendale a un social media manager ha un costo importante è perché questa attività è un lavoro a tutti gli effetti, non un passatempo (come credono erroneamente alcuni imprenditori). Dunque, se vuoi davvero sfruttare questo social network per il tuo business ti consiglio di affidarti a un professionista o di dedicare tempo ed energie all’apprendimento dei suoi principi.

Per trasmettere conoscenze specifiche sulla corretta gestione di una pagina Facebook occorrerebbe un libro; tuttavia, in questo articolo ti darò alcuni consigli preziosi che potresti iniziare a mettere in pratica da subito per migliorare le cose.

1) Come amministrare una pagina Facebook: la base è avere un profilo curato

Potrà sembrare una banalità, ma tantissimi imprenditori e PMI trascurano l’aspetto principale di una pagina aziendale su Facebook, ovvero la cura del proprio profilo. Sebbene non manchino casi di pagine in cui informazioni basilari come gli orari di apertura, l’indirizzo e il sito web vengono omessi o riportati in maniera approssimativa, oppure in cui la foto del profilo non identifica a prima vista l’attività, non mi riferisco esclusivamente a questi aspetti.

Curare la sezione informativa è fondamentale per indicizzare la propria pagina all’interno della piattaforma e sui motori di ricerca. Nello spazio riservato alla descrizione, dunque, faresti bene a spiegare in maniera essenziale e sintetica di cosa ti occupi avendo cura di inserire delle parole chiave legate al tuo settore. Anche personalizzare l’URL della tua pagina e aggiornare periodicamente l’immagine di copertina sono delle buone pratiche per dare alla pagina un assetto professionale.

2) Sii coerente con la tua politica aziendale

La tua pagina Facebook è un’estensione della tua attività; di conseguenza, è importantissimo che i suoi contenuti siano sempre in linea con la tua filosofia aziendale sia nel linguaggio sia nell’impatto visivo. Quando scrivi i tuoi post esprimiti sempre con uno stile ben definito che possa caratterizzarti a prima vista, e tieni a mente questo principio anche quando crei i tuoi contenuti visivi (le foto o le immagini promozionali) e audiovisivi (i video informativi o di advertising). 

Ricorda: la coerenza è una componente decisiva per il successo di una pagina aziendale su Facebook e su tutti i social network.

3) Contenuti di qualità e interazione con i follower: due componenti fondamentali per rendere visibile una pagina

Affinché l’attività della tua pagina generi coinvolgimento, e porti le persone a seguirti e a interagire con commenti e like, è importante pubblicare contenuti interessanti, divertenti e curiosi. Il fatto che il tuo obiettivo sia aumentare le vendite e acquisire clienti non giustifica l’utilizzo di Facebook esclusivamente per i contenuti autoreferenziali o pubblicitari. Anzi, adottare una simile strategia sarebbe deleterio. Le persone sono bombardate dalla pubblicità in continuazione e la vista dell’ennesimo video promozionale non solo non genera interesse, ma infastidisce.

Attenzione, non dico di escludere del tutto i contenuti pubblicitari dalla tua pagina ma di dosarli e alternarli con post che stimolino la curiosità degli utenti, li aiutino a risolvere un problema e li coinvolgano in prima persona (questo è il modo migliore per ottenere interazioni). Ah, a proposito: l’interazione non deve mai mancare nemmeno da parte tua! Poiché gli utenti utilizzano Facebook come canale di comunicazione con molte aziende, devi essere sempre pronto a rispondere tempestivamente a eventuali domande da parte dei tuoi follower; inoltre, anche rispondere ai commenti che non ti chiamano in causa in maniera diretta è un ottimo metodo per dar loro importanza e farli sentire ‘coccolati’.

4) Pubblica regolarmente e segui un calendario editoriale

La qualità dei contenuti è un fattore incisivo ma non è l’unico. E no: l’altro non è la quantità, bensì la regolarità. Essere costante nella pubblicazione dei tuoi post su Facebook ti consentirà di essere sempre presente nei pensieri dei tuoi seguaci. Hai presente quel famoso detto popolare che recita “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”? Ecco, anche su Facebook la gente tenderà a dimenticarsi di te se non pubblicherai regolarmente contenuti freschi e nuovi di zecca.

La quantità non è un fattore vincolante; la tua strategia potrebbe prevedere anche tre contenuti alla settimana. Ciò che conta è che tu pianifichi un giorno e un orario ben preciso per mandarli online, nella fattispecie quelli in cui il tuo pubblico fa registrare un tasso di coinvolgimento maggiore. È per questo che dovresti redigere un calendario editoriale, ovvero un documento in cui metti nero su bianco la scaletta delle tue pubblicazioni. Lo so: non è facile trovare il tempo per creare contenuti accattivanti e pubblicarli regolarmente in certi orari. Fortunatamente, esistono degli strumenti che possono facilitare la gestione della tua pagina Facebook

5) Sfrutta gli strumenti di Facebook (e non solo)

Oltre a darti la possibilità di sponsorizzare i tuoi post con le inserzioni a pagamento, Facebook ti consente di monitorare i risultati della tua pagina (e, quindi, capire in quali fasce orarie è opportuno pubblicare) con la sezione Insights. Questo strumento è davvero utile per capire se una strategia di social media marketing si stia rivelando proficua o se necessiti di qualche modifica. Ma all’atto pratico, lo strumento che può agevolarti più di tutti nella gestione di una pagina Facebook è un buon social media manager tool.

Un software di questo tipo ti consentirà di programmare la pubblicazione dei tuoi post con largo anticipo e di amministrare la tua pagina come un vero professionista.

Fonte: postpickr.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Iscriviti alla Newsletter

Torna su